I ragazzi si accorgono della realtà sociale che li circonda molto tardi rispetto alle ragazze.

Si accorgono tardi dei bisogni dei nonni e in genere dei problemi di assistenzialismo.

Credo dipenda dal fatto che, da piccoli, siano dispensati da questo genere di attività, riservato alle piccole, disposte a far compagnia alla nonna vedova già all’età di 5 anni.

In ogni caso vedo che qualcosa si muove: ci sono molte mamme illuminate (ma ancora troppo poche) che hanno educato i loro pargoli un po’ meglio di come sono stati educati i loro padri.

Con immensa gioia ho, infatti, appreso che il mio amico ha pulito la casa della nonna, oltre ad occuparsene molto più spesso di quanto faccia sua sorella.

Il Maratoneta di Tullio Figini Al Postetegrafonico
Fotografia di Paola Bonelli

Lascia un commento

diciotto + venti =