Ho l’opportunità di leggere diverse bacheche di facebook, di persone che, oltre a non conoscersi, vivono a distanza di migliaia di km.

Nel giro di 2/3 giorni su tutte le bacheche ci sono le stesse condivisioni.

Se tutti leggiamo le stesse cose e ci formiamo le stesse opinioni non è un passo verso il pensiero unico? È questa l’evoluzione? La tutticrazia (che poi è unicrazia) con conseguente dittatura dei social network?

Una serie di mani con uno smartphone sembrano parlare solo attraverso i telefoni

Lascia un commento

due × due =