“…La vedova di Agnelli si diceva che fosse vedova già prima della morte del marito. Il marito diceva “si innamorano solo i camerieri” ; ma poi aggiungeva: ” si può fare quel che si vuole, ma poi sempre a casa bisogna tornare”….
 
Ricordo questo stralcio dall’articolo giornalistico sulla morte della moglie di Agnelli. È passata più di una settimana ormai, ma mi risuona in testa.
 
Certo mentalità di altri tempi perché adesso si fa quel che si vuole e non si torna neanche a casa, ma questa è la parte positiva.
 
La cosa negativa è che grandi uomini sono diventati tali a costo della frustrazione e delusione della moglie. La vita di lei è un contorno della vita di lui. Nel tempo che le avanza può far quel che vuole, ma prima deve assicurare l’ordine nel resto della famiglia. 
 
E non mi sembra che la situazione sia molto cambiata.
 
 
 
Marella Caracciolo, la moglie di Gianni Agnelli, è morta e un vivo di donna risplende

Lascia un commento

quindici − quattro =