Devo essere proprio una persona fortunata se, mentre sono seduta nel mio soggiorno con il vento fresco che entra dalla finestra, sento una mosca ronzarmi intorno e mi torna in mente la campagna.

Mi sento catapultata in un tempo lontano, in cui facevo la salsa con i genitori e i nonni, e l’odore del pomodoro pervadeva ogni fibra della mia maglietta, e le mie mani erano rosa acceso.

I miei capelli erano protetti da un fazzoletto di “Mio Mini Pony”.

Le mosche ronzavano ovunque, e le scacciavo con fastidio perchè non si avvicinassero ai miei pomi d’oro.

Ricordo la stanchezza, i sorrisi, i racconti di un tempo ancora più lontano e l’odore del basilico che mi faceva desiderare la pizza.

E, alla sera, ricordo la soddisfazione nel vedere un pentolone enorme eruttare bolle d’acqua per sterilizzare le bottiglie.

Una cassa di legno contiene bottiglie di vetro piene di salsa
Fotografis di Ulrike Leone

Lascia un commento

7 + due =