Le persone a cui non piacciono le ricorrenze, che ho incontrato fino ad ora, sono persone oneste. 

Oneste perchè non riescono a festeggiare quando è richiesto dalla circostanza, ma solo se e quando vogliono farlo.

Allo stesso tempo sembra che abbiano un po’ paura del significato delle ricorrenze; si nascondono dietro motivazioni banali, come ad esempio “è una festa commmerciale”.

Le ricorrenze aiutano a ricordare qualcosa che, nella vita ripetitiva di ogni giorno, accantoniamo.

Ricordare ci fa riflettere sulla nostra vita, sulle persone di cui ci siamo circondati e sul quel che non ci piace e non riusciamo a cambiare.

Ebbene se comprendiamo l’utilità di ricordare, invece di temere il confronto con noi stessi, possiamo trarre beneficio anche dalle ricorrenze.

palline rosse dentro cubi d'acciaio e una delle palline è fuori dal cubo

Lascia un commento

diciotto + sette =