Non c’è più tempo per morire.

C’è un tempo per vincere e un tempo per perdere. E c’è un tempo per non partecipare.

E non è la paura di perdere a fermarci, ma la consapevolezza che c’è qualcosa di più importante da difendere.

Ce lo ha insegnato Papa Benedetto XVI, e adesso ce lo insegna Simona Biles.

Si può passare alla storia per le abilità, ma è ancora più onorevole passare alla storia per il coraggio.

Solo le grandi personalità sanno fare grandi scelte.

 

Simone Biles da piccola mentre si esibisce in un gesto atletico davanti alla fotocamera con un sorriso enorme sulla bocca eno
Simone Biles - Foto di Sport Magazine

Lascia un commento

2 × 4 =