Essere adulti non vuol dire essere cresciuti.

Il tempo scorre, senza chiedere se siamo pronti al passo successivo.

Sta a noi adeguarci o desistere, e rimanere indietro.

Se si decide di desistere, però, bisogna evitare di rimanere frustrati o rendere gli altri vittime dei nostri ritardi.

Non è un gioco facile, a volte è rischioso.

Per alcuni è naturale comportarsi da adulti, perché hanno da sempre 40 anni. Per coloro che hanno, invece, da sempre 15 anni è un’impresa titanica.

Non fare danni dovrebbe essere l’unica cosa “da adulti” da fare.

Diventare adulti non è un dovere e, a volte, non è neanche un diritto.

A volte non è neanche garantito dalla falciatrice.

Un uomo con la barba, i pantaloncini, le scarpe eleganti sale su una sedia inclinandola per camminare

Lascia un commento

diciotto + 14 =