I momenti di infelicità al lavoro, per quanto brevi, rendono le settimane infinite!

In alcuni casi i colleghi sono i generatori, colpevoli o incolpevoli, delle nostre infelicità.

Non è raro, infatti, che i colleghi svuotino i cassetti delle cose da fare al venerdì, ritardando l’inizio del weekend!

Ed è  facile imbattersi nel collega che, il giorno prima di andare in ferie, lascia le sue opere d’arte inconcluse… da concludere urgentemente.

Altre volte è l’azienda a causare malesseri.

Ad esempio quando l’agognata festa aziendale si trasforma in un sequestro temporaneo di persone di fantozziana memoria!

O ancora quando la spada di Damocle dei corsi obbligatori si abbatte sui lavoratori!

C’è una sola cosa, però, che è capace di fermare il tempo completamente, rendendo inutile il trascorrere degli anni: la promozione promessa che si trasforma nella promessa della promozione!

,
ritratto in bianco e nero di un uomo di mezza età arrabbiato al punto tale che il fumo gli esce dalle orecchie
Foto di Pixabay

Lascia un commento

nove + sette =