Nell’epoca della “vita a distanza” fondamentale è la foto del profilo.
Chi non ci ha mai incontrati di persona può, in questo modo, dare un volto ad un nome.  
Per questa ragione è consigliato aggiornarla periodicamente.
 
Tuttavia è stato scientificamente provato che la frequenza con la quale si cambia la foto del profilo è inversamente proporzionale all’età del soggetto.
 
E se è vero che da adulti (o da anziani) potremmo riuscire ad indossare i pantaloni dei tempi del liceo, non è altrettanto vero che il nostro aspetto sia lo stesso di allora.
 
Ed è così che, durante un incontro di persona, capita di trovarsi faccia a faccia con il padre del soggetto rappresentato in foto.
 
Talvolta, invece, ci si trova di fronte qualcuno che, per dimensioni della pancia, si presume abbia mangiato il protagonista della foto…
 
Ad una certa età, infatti, si preferisce lasciare il ricordo di un’età che non c’è più, piuttosto che deludere l’interlocutore virtuale con un viso reale!

Due castagne dentro un tronco congelato come due occhi e un rametto a forma di bocca
Foto di Pixabay

Lascia un commento

venti − 18 =