Mi avvio per una stradina buia, illuminata solo dalla luce calda dei lampioni.

Mangerò in un locale caratteristico, qui non è difficile trovarne. Guardo per terra, attenta a non cadere nei canaletti

L’atmosfera serale è affascinante: c’è allegria, ma non c’è il frastuono di Amsterdam.

Il pianoterra di tutte le basse abitazioni è invaso dagli studenti. Hanno già finito il pasto serale e si intrattengono a chiacchierare. Non hanno tende alle finestre, l’interno si vede distintamente e, camminando, sembra di stare in loro compagnia. Sulla porta di ingresso delle case c’è un adesivo, “Minerva deep  dive”: tutti gli universitari lo hanno.

Studiano in università diventate musei e, una volta finita la lezione, diventano guide per i turisti o addetti alla vendita dei biglietti.

La luce del cielo riflessa nei canali e i colori dei fiori, piantati davanti ad ogni porta, illuminano dove il sole non c’è.

Buona sera Leida

Una foto di un canale di Leida illuminata dalle luci della sera

Lascia un commento

due × 2 =