Bruxelles a giugno

Bruxelles a giugno si riempie di fiori e di sole. La pioggia fa capolino solo per rinfrescare l'aria. Le piazze si riempiono di tavolini, lucine colorate e risate.  I residenti, per una volta, sembrano più numerosi dei turisti e il francese domina le strade della capitale. La cena si consuma sotto il cielo azzurro, alla luce di un pomeriggio infinito. Il verde della vegetazione lussureggiante festeggia il ritorno della stagione […]

0 commenti
Scopri di più sull'articolo Il lamento
Illustrazione di Pixabay

Il lamento

Il lamento è il farmaco per tutti i mali, la vera base della società. È molto più semplice incolpare qualcosa o qualcuno, che trovare rimedi. L'autocommiserazione, la giustificazione di se stessi a se stessi, permette di andare a dormire con la sensazione di non aver avuto altra scelta. L'indulgenza dell'ascoltatore, che spesso non ha altra scelta che compatire, alimenta il circolo. L'insoddisfazione e l'eventuale risentimento trovano un rifugio sicuro nel […]

0 commenti
Scopri di più sull'articolo La storia
Foto di Pixabay

La storia

"E poi la gente, perchè è la gente che fa la storia, quando si tratta di scegliere e di andare, te la ritrovi tutta con gli occhi aperti, che sanno benissimo cosa fare".   Così scriveva De Gregori in "La storia siamo noi" e questo pensiero non sembra più condivisibile.   Le persone non hanno idea di cosa volere e di dove andare.    È destabilizzante pensare a masse che si muovono senza […]

0 commenti
Scopri di più sull'articolo Il quid
Immagine di Pixabay

Il quid

Ogni volta che uso la parola "intelligente" qualcuno mi chiede cosa si intende per intelligente.  Mi rendo conto che il significato che io attribuivo è obsoleto.   Pertanto ho cercato una parola che mi faccia superare il relativismo delle intelligenze.    Cerca, cerca, cerca e mi è rimasto solo il "quid".   Senza nostalgia del latinorum, mi rendo conto che la parola deve essere più onnicomprensiva possibile per stimolare nell'ascoltatore […]

0 commenti

Minerva deep dive

Mi avvio per una stradina buia, illuminata solo dalla luce calda dei lampioni. Mangerò in un locale caratteristico, qui non è difficile trovarne. Guardo per terra, attenta a non cadere nei canaletti.  L'atmosfera serale è affascinante: c'è allegria, ma non c'è il frastuono di Amsterdam. Il pianoterra di tutte le basse abitazioni è invaso dagli studenti. Hanno già finito il pasto serale e si intrattengono a chiacchierare. Non hanno tende alle finestre, l'interno si […]

0 commenti

Edward mani di forbice

Quando ero una bambina mi chiedevo come mai la protagonista del film "Edward mani di forbice" non andasse a salutare, ormai anziana, il suo amore Edward. Perché era vecchia? No.  Perché temeva che lui non l'amasse più? No. Ora lo so.  I bei ricordi è meglio che rimangano lì dove sono, indisturbati.  Ogni momento del presente potrebbe distruggere, involontariamente, un momento del passato.  Quel momento che ci è parso intenso […]

0 commenti

L’Arca degli Esposti

Chi non ha mai sognato un mondo immaginario? Chi non ha mai immaginato qualcosa di diverso? Gli Esposti pensano continuamente ai mondi alternativi e li rappresentano con l'arte. Sono artisti che si espongono senza veli, salvati da un'arca, L'Arca degli Esposti, un'associazione artistico-culturale nata a Palermo. Gli Esposti sono eredi del Codex Seraphinianus, la fantaenciclopedia scritta negli anni Settanta, ma forse anche di Pieter Bruegel, l'artista belga dallo stile grottesco e […]

0 commenti

Cara nonna

Cara nonna,  quest'anno avresti compiuto 98 anni, ma non saresti stata in gran forma, quindi è meglio che tu sia lì a festeggiare.   A te non piaceva stare al letto con la gamba rotta, figuriamoci a letto con la bocca chiusa dall'ictus.    Mi sarebbe tanto piaciuto presentarti mia nipote, che è arrivata appena te ne sei andata. Una bambina che guarda attraverso le persone e seleziona gli animi. […]

0 commenti

Se 90 mila donne vi sembran poche

Care donne, buon 2024!   Vi auguro di vivere, ma se non vi è possibile, vi auguro di non morire assassinate.    Mi auguro, infatti, che non moriate come Samira Sabzian, impiccata dall'Iran che doveva impedirle di essere una sposa bambina, difenderla dalla violenza domestica, ma ha preferito punirla per aver protetto se stessa.   Mi auguro che non veniate arse o sepolte vive come in Turchia, o lapidate come […]

0 commenti

La divisa di Bruxelles

La divisa di Bruxelles è "nessuna divisa". L'originalità governa la scelta del vestiario, soprattutto nei luoghi di diffusione della cultura. Il Bozar, uno dei centri culturali rappresentativi della città, una volta al mese apre le sue porte, offrendo una fotografia sorprendente dei cittadini. Una sciarpa in testa, una giacca da nonno su un vestito da donna, e quasi sempre qualcosa di bianco. Sarà perché il cielo è spesso bianco, a […]

0 commenti