Quando ero una bambina mi chiedevo come mai la protagonista del film “Edward mani di forbice” non andasse a salutare, ormai anziana, il suo amore Edward.
Perché era vecchia? No. 
Perché temeva che lui non l’amasse più? No.
Ora lo so. 

I bei ricordi è meglio che rimangano lì dove sono, indisturbati. 

Ogni momento del presente potrebbe distruggere, involontariamente, un momento del passato. 
Quel momento che ci è parso intenso un tempo, ora potrebbe non esserlo più. E cosa ci resterebbe poi? 
La delusione per aver vissuto un’illusione. 
Meglio favoleggiare su un ricordo da sogno che tentare di farlo rivivere. 

Lascia un commento

19 + diciannove =